Fauna tropicale

Dire tutti sarebbe esagerato, ma tanti davvero tanti mi dicono: “Eh, beata te che sei in Florida!”

Certo, beata. Non mi lamento della Florida, c’è il sole, l’oceano e il caldo tutto l’anno. Vorrei però mettere i puntini sulle i su un paio di punti.

Oggi mi soffermo sulla fauna (non tutta, ma solo quella che mi tocca più da vicino). La Florida é all’altezza dei tropici di conseguenza la fauna é prettamente tropicale.

Lucertole. Di tutte le dimensioni (purtroppo) e colori. Ogni volta che esco dalla porta di casa é un fuggi fuggi di questi simpatici animaletti che cercano riparo dalle creature gigantesche (noi) che ogni tanto disturbiamo il loro crogiolarsi al sole. Il tipo più comune lo vedete qui sotto in foto. Ecco, qualcuno le troverà carine, io le tollero, ma prego Dio non me ne entri una in casa, che non voglio far subire ai bimbi scene di isterismo matriarcale.

Queste non sono tanto grandi (per mia fortuna) ma nella zona dove sta mia suocera, che é un po’ più rurale, ho visto degli esemplari che Dio mi aiuti, mi auguro di non avere mai un incontro ravvicinato a quattr’occhi!

Geco. Anche qui le dimensioni possono variare ma fino ad ora ne ho visti solo di piccoli ed ecco i gechi non mi disturbano più di tanto, li trovo pure carini. D’altronde il primo quasi “tête a tête” é successo tanti anni fa a Dubai, io pronta ad entrare in vasca da bagno e tatààà un bel geco sul muro, che si faceva la sauna tra i vapori profumati del mio bagno. Non credo serva dire che quella volta il bagno non l’ho più fatto. Sono schizzata sotto le coperte lasciando la finestra del bagno aperta nella speranza che l’animaletto lasciasse la casa durante la notte. Mi é andata bene. Geco uscito e nulla altro entrato.

Rane e rospi. A bizzeffe. Anche qui di vari tipi e dimensioni. Qui sotto foto di una piccola ranetta, carina lei. Un animaletto, quello fotografato, di 5 cm scarsi. Questa cosina salta 3 metri in lunghezza come niente fosse, che quando l’ho vista esibirsi nel salto volevo farla partecipare subito alle Olimpiadi! E altro che 5 cm! Distesa nel salto la lunghezza triplica, se non addirittura quadruplica. E credo non canti, non ancora perlomeno. La sera dopo cena mi siedo spesso fuori nel porticato e in fondo al giardino c’è un’area un po’ allo stato brado con un piccolo corso d’acqua che ci passa in mezzo. Non vi dico che concerti. Una cosa che bisogna sentire di persona per capire di cosa sono capaci rane e rospi.

Poi può capitare che di giorno trovi sul marciapiede tipo una foglia che ha una forma che ricorda una piccola rana. Ecco, é proprio una povera rana che si é lasciata sorprendere dal sole e non ha fatto in tempo a ripararsi. Risultato rana rinsecchita di un millimetro di spessore.

E poi ieri sera mentre ero lì fuori che mi godevo la bella temperatura serale, sento ad un certo punto qualcosa che cammina nell’erba. Giardino immerso nel buio quasi totale. Non é una persona, un gatto magari? Ma no, il gatto non farebbe tutto questo rumore. Chiamo Dirk, che io e certe bestie mica andiamo tanto d’accordo, in particolare quando non le vedo, ed é lui che é cresciuto in Florida, non io. Arriva con la pila e……eccolo!

Un armadillo! La foto é presa dal web. Dirk ha provato a fotografarlo, ma povera bestia, se l’è svignata a gambe levate quando ha percepito la nostra presenza. Certo innocuo, ma per chi come me non é abituato ad avere questi animali attorno, ecco, può non essere sempre facile.

Salto serpenti e bisce varie, perché ce ne sono troppi e ne ho visto uno “piccolo” nero e giallo, mezzo schiacciato, pochi giorni fa davanti al garage di un vicino di casa. Che prima uscivo scalza in giardino senza pensarci, ora non più, metti mai che ne pesti uno….non voglio neanche pensarci. Io e i rettili non andiamo tanto d’accordo e non mi interessa tentare un approccio per vedere se cambio idea.

Mi fermo qui. Ci sarebbero altre forme di vita “interessanti” qui, di cui potrei parlarvi, ma no, basta così altrimenti avrò qualche incubo questa notte.

Preghierina della sera: “Signore, tienili tutti fuori da casa mia. Ti prego, ti prego, ti prego! Amen.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...