Nella nuova casa finalmente!

E oggi é arrivato il tanto atteso momento. Abbiamo lasciato la casa dei nonni e ci siamo finalmente trasferiti nella casa presa in affitto a Melbourne.

La situazione é ancora ad un alto livello di caos ma non importa, pian piano il tutto prenderà più forma. La stanza più in ordine é la camera dei bimbi. Per me loro meritano per primi di essere sistemati a dovere! Allison con i suoi 5 anni é mezzo é già al terzo trasloco, Anthony con i suoi quasi 2 al secondo.

É vero quando si dice che i bimbi sono più flessibili, allo stesso tempo é vero che sono anche più sensibili e risentono con l’amplificatore degli umori della mamma (io), e ammetto che negli ultimi tempi sono stata di tutto tranne che un esempio di stabilità.

In ogni caso oggi poco dopo l’arrivo c’erano fuori casa queste simpatiche gru a darci il benvenuto!

Che spettacolo! Spero passino di qui ogni giorno, a me fanno solo che contenta. Abbiamo già incontrato 3 famiglie vicine di casa e l’impressione é stata ottima. Persone cordiali, gentili e disponibili. Dev’essere l’aria della Florida e la sensazione di essere in vacanza a fare quest’effetto sulle persone.

Dopo 3 settimane passate ad andare a letto con le galline per far sì che il mostriciattolo dormisse, stasera finalmente la svolta. Un’ora e mezza per far addormentare il piccolo, che a momenti vado davvero via di testa, ma poi il miracolo accade. Dorme!

Ed eccomi qui, seduta in veranda, birretta sul tavolo, temperatura perfetta, poca umidità (a differenza del giorno, che oggi batteva forte) i grilli cantano, leggera brezza.

Scusatemi, ma devo dirlo! Nonostante il “disastro” che ho ancora in casa, io stasera mi sento davvero in paradiso!

Poi va beh, ci sono alcune cose che non mi piacciono qui negli Stati Uniti, tipo manca un centro città a modo per fare una passeggiata nelle cittadine (non ho ancora avuto modo di esplorare la zona a fondo, ma se c’è non é proprio dietro l’angolo), non posso non menzionare il classico “problema” del cibo, che per noi italiani all’estero é davvero una croce, ma insomma ho la bella temperatura, il sole, l’oceano!

Poi sì, sono sfuggita al blizzard e al super gelo, per finire tra le braccia degli uragani. Dal primo giugno apre ufficialmente la stagione, ma anche di questo ne parlerò un’altra volta.

Per oggi dico solo che i problemi di ieri sono ancora qui belli presenti, ma il morale é decisamente in salita. E allora avanti Karin, hai resistito 16 mesi in North Dakota, in mezzo al nulla, adesso comincia il bello e io sono pronta ad accoglierlo a braccia aperte!

Alla salute!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...