Kit di sopravvivenza

Che il governo Americano potesse spedirci in qualsiasi angolo del mondo, lo sapevo. Che potessimo finire in North Dakota, lo sapevo (speravo di no, ma e’ andata cosi, amen). Che in North Dakota facesse MOLTO freddo, lo sapevo e l’ho sperimentato.

Quello che non sapevo e’ che questo e’ un inverno definito dai locali “caldo”!!!!!! Ora se questo e’ un inverno caldo, io non voglio assolutamente sperimentarne uno freddo! No, no, no, no!

Ma non basta! Dopo lo scambio di parole avvenuto con la cassiera del supermercato che mi ha detto quanto sopra e che mi ha un po’ scosso, un’altra sorpresa era in arrivo.   Mio marito torna dal lavoro con un plico di carte varie tra cui ulteriori informazioni sulla zona in cui viviamo tipo musei, parchi naturali, attivita’ varie e poi un semplice foglio A4. All’apparenza innocuo e tranquillo, pure timido oserei dire rispetto agli altri opuscoli. Non volevo neache guardarlo quando vedo con la coda dell’occhio una parola che ha attirato la mia attenzione: sopravvivenza!

Ebbene si’: tra le cose importanti da sapere quando si vive qui e’ come sopravvivere nel caso si resti bloccati in macchina per qualsiasi ragione durante l’inverno.

Adesso non sto a tradurvi tutta la pagina, ma mi ha impressionato vedere elencati per esempio: carta igienica e contenitore sigillato per le necessita’ fisiologiche; vestiti extra e coperta; varie confezioni di dadi per brodo, zuppe, te, cioccolata calda; barattoli vuoti e puliti dove poter riscaldare quanto appena elencato miscelandolo con la neve sciolta e avanti cosi’.

A parte essermi venuto subito in mente Bear Grylls con il suo “Man vs. Wild” che ho seguito a suo tempo, il pensiero dei bimbi che viaggiano la maggior parte del tempo con me mi ha messo un attimo in ansia. D’accordo, di certo non sono cosi’ sventata da mettermi in strada quando e’ annunciata una bufera di neve, ma la natura puo’ sempre riservare qualche sorpresa e non e’ detto sia sempre piacevole.

Dopo aver letto il tutto, nella mia testa girava solo questo pensiero: “Ma dove siamo finiti?” per poi sdrammatizzare ridendoci sopra e ribadendo a me stessa che da ottobre a credo marzo qui si esce una volta alla settimana per fare una super spesa e per il resto tutti in casa al caldo. Devo farmene una ragione.

In ogni caso domani comincio a preparare il kit per tutta la famiglia. Per fortuna il mio Highlander e’ spazioso e posso aumentare le dosi di tutto, cosi’ giusto per sicurezza!

20170119_2154491

Annunci

Un pensiero su “Kit di sopravvivenza

  1. Pingback: Il punto della situazione – La mia nuova vita / My new life

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...