Grand Forks

Il primo gennaio, come annunciato nel mio post “Capodanno”, siamo partiti alla volta di Grand Forks in North Dakota.

Dalla Florida siamo volati alla volta di Baltimora. Li’ abbiamo fatto tappa per una notte e il giorno successivo alle 7:30 del mattino ci aspettava un primo volo su Minneapolis e di seguito quello verso Grand Forks.

La mia mente era ancora immersa nelle palme e nell’oceano della Florida quando il pilota ha annunciato che saremo atterrati nel giro di mezz’ora. Solo allora ho guardato fuori dal finestrino con cognizione di causa, rendendomi conto che le occhiate fugaci date un po’ prima non avevano colto il paesaggio. A me era parso stessimo volando tra le nuvole, tutto questo grigio non poteva essere altro. E invece no, stavamo gia’ sorvolando il panorama del North Dakota: un territorio piatto coperto di neve dove, in una giornata nuvolosa come ieri, non si distingue il cielo dalla terra. Con mia sorpresa non sono stata colta da nessuna malinconia, forse anche grazie ad Allison che contentissima nel vedere tutta quella neve continuava a dirmi che lei voleva fare il pupazzo di neve di Hello Kitty!

L’aeroporto di Grand Forks e’ davvero piccolo, un solo nastro per il ritiro bagagli e una hall con da un lato un Burger King ed un bar, dall’altro un bancone con i 4 diversi autonoleggi, i cui impiegati mentre ti avvicini ti guardano con avidita’ come a dire: “Ti prego, vieni qui e tienimi impegnato 15 minuti per preparare la tua pratica”. Mentre mio marito teneva occupato uno di loro, io osservavo l’esterno cercando di immaginare quanto freddo faceva. E’ il momento di uscire per caricare i nostri bagagli sulla macchina noleggiata. Le porte si aprono, una folata di vento mi investe appieno ma non mi da fastidio, tanto meno mi pare particolarmente fredda. Il problema semmai e’ spingere il carrello carico dei nostri bagagli e il passeggino sul marciapiede ricoperto di neve fresca e allo stesso tempo impedire ad Allison di correre tuffarsi nella neve. Mio marito va a prendere la macchina mentre noi lo aspettiamo li’ sul marciapiede ed e’ li’ che alla terza folata di vento gelido ho pensato “maaa e i miei guanti? e il berretto?” Si’ perche’ io sono una di quelle che di norma il freddo lo sopporta senza problemi, ma qui questa cosa cambiera’ di sicuro. Ho scoperto solo piu’ tardi che c’erano -8 gradi C ieri alle 14:30 momento in cui noi eravamo fuori, che  venivano pero’ percepiti come -15 a causa dell’umidita’ e del vento.

Oggi e’ stato il nostro primo giorno qui nell’alloggio temporaneo in base e non ci siamo mossi dall’appartamento in quanto c’era un allarme a causa del forte vento. A tutti viene consigliato di stare in casa ed uscire solo se strettamente necessario.  Guardando fuori dalla finestra, oltre alla tanta nuova neve caduta durante la notte, si vedevano  vortici di neve roteare e sollevarsi davanti ai nostri occhi per poi essere spazzati via dalla successiva folata di vento che oggi soffiava a 65 km/ora circa. Io mi sono azzardata ad uscire un attimo per curiosita’ ma l’essere sferzata dall’aria gelida e dalla neve ghiacciata ho scoperto non essere uno dei miei hobby. Domani la temperatura massima prevista e’ -21 gradi C. Questa settimana andra’ cosi’: te’ caldo a manetta e giornate passate a giocare con i miei bimbi. In compenso pero’ un tramonto come quello che vedete nella foto qui sotto non lo vedevo da un bel po’ di tempo.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...